La Val di Tenna in vetrina con la Granfondo del Fermano

Luca Alò - 09/30/2017

Val di Tenna, percorso della Gran Fondo del Fermano

La Granfondo del Fermano-Memorial Dante Montanini del prossimo 15 ottobre è un appuntamento ciclistico che valorizza Porto Sant’Elpidio e tutto l’entroterra fermano in una grande vetrina nell’ambito del ciclismo e non solo.

Il territorio della Val di Tenna profuma di storia, natura, sacralità (con i santuari della Corva e dell’Ambro) e di tanta passione per il ciclismo che hanno ispirato la nascita di questa granfondo di fine stagione su una distanza unica di 129,3 chilometri partendo dal Mare Adriatico fino ai Monti Sibillini grazie al dinamismo organizzativo della Gio.Ca. Communications, del Comitato Il Grande Ciclismo a Porto Sant’Elpidio e dall’amministrazione comunale elpidiense.

La Valle del fiume Tenna si estende dai monti al mare, ovvero dalla sorgente del fiume Tenna alla foce del fiume stesso. Il fiume nasce a Montefortino e sfocia a Porto Sant’Elpidio, nel confine con il comune di Fermo, in località Lido Tre Archi.

Lungo il suo corso, il fiume penetra o lambisce i confini di 17 comuni che si possono suddividere in alta, media e bassa Val Tenna.

Grande attesa per il passaggio della corsa nelle località di Campiglione di Fermo, Servigliano (luoghi da visitare il Palazzo Vecchiotti, il Convento dei Frati Minori Osservanti, la Collegiata di San Marco, la Chiesa di Santa Maria del Piano famosa per il Torneo Cavalleresco di Castel Clementino il terzo fine settimana di agosto), Amandola (tra i monumenti di interesse spiccano il Convento dei Cappuccini e la Chiesa di San Bernardino, il Santuario del Beato Antonio con annesso chiostro, le chiese di Sant’Agostino, Santa Maria SS. Trinità, San Pietro e Monastero di San Lorenzo, l’Abbazia dei SS. Vincenzo e Anastasio, l’Abbazia dei SS. Rufino e Vitale, la Chiesa di San Francesco e il ponte romanico-gotico sul Tenna) e Montefortino (una visita al Museo Comunale e Diocesano di Arte Sacra, al Palazzo Leopardi, alla Chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo, alla Chiesa di Sant’Angelo in Montespino e al Santuario della Madonna dell’Ambro, la Piccola Lourdes dei Sibillini): tutti borghi che hanno una grandissima vocazione alla promozione e all’ospitalità sposando la causa della Granfondo del Fermano.

La partenza sarà data da Porto Sant’Elpidio Sud (Piazza Risorgimento) lasciando il mare in direzione delle alture collinari fino ai piedi dei Monti Sibillini per i primi 62,8 chilometri a velocità controllata. Dal Santuario dell’Ambro, giro di boa per i restanti 66,5 chilometri a velocità libera con ritorno a Porto Sant’Elpidio dove, in cima al Santuario Maria Addolorata della Corva, sarà allestita la linea di arrivo ed anche tutto il cuore pulsante dell’evento con la parrocchia della Corva e l’Associazione Quartiere Corva parte attiva a supporto dell’organizzazione.

Partecipare alla Granfondo del Fermano significa cogliere un’opportunità molto vantaggiosa sui pernotti in hotel nel periodo compreso tra il 10 e il 15 ottobre alla modica cifra di 25 euro, unitamente ai ristoranti convenzionati con l’organizzazione (menù a 15 euro).

Le iscrizioni, alla quota di 25 euro, sono già attive su Kronoservice al link http://www.kronoservice.com/it/schedagara.php?idgara=2099 ed anche sul sito sotto la voce iscriversi