Sport, territorio e spiritualità insieme alla Granfondo del Fermano

Luca Alò - 10/07/2017

Presentazione ufficiale della Gran Fondo del Fermano, seconda edizione 2017

La Granfondo del Fermano-Memorial Dante Montanini scalda i motori per la data di domenica 15 ottobre e il Ristorante la Perla sul Mare sul lungomare Nord di Porto Sant’Elpidio ha avuto l’onore di tenere a battesimo l’evento granfondistico amatoriale di fine stagione.

Grazie all’impegno sinergico tra la Gio.Ca. Communications, il Comitato Il Grande Ciclismo a Porto Sant’Elpidio e l’amministrazione comunale di Porto Sant’Elpidio, scenografia completamente rinnovata per l’edizione 2017 con le bellezze dell’entroterra fermano e della valle del Tenna pronte a catturare la vista dei partecipanti coinvolgendo 15 comuni in un percorso unico di 129,3 chilometri.

Il perfetto connubio tra il turismo sportivo e religioso, la granfondo che fa da traino ai piccoli comuni e alle realtà imprenditoriali del territorio elpidiense e fermano, lo sport per il benessere della comunità e il grande senso di solidarietà e di accoglienza di Porto Sant’Elpidio verso i comuni dell’entroterra fermano, provati duramente dalle conseguenze del sisma, sono stati i temi salienti della presentazione ufficiale, alla presenza di tanti personaggi del mondo politico, istituzionale, sportivo ed imprenditoriale da sempre vicini all’organizzazione.

Il sindaco Nazzareno Franchellucci alla presentazione ufficiale della Gran Fondo del Fermano, seconda edizione 2017

Si parte da Porto Sant’Elpidio (Piazza Risorgimento, zona sud della città) pedalando per 65 chilometri lungo le sponde del fiume Tenna, attraversando 15 comuni si arriva al Santuario della Madonna dell’Ambro (la piccola Lourdes), nel cuore del Parco dei Monti Sibillini.

Dal Santuario, giro di boa e sul medesimo percorso si punta dritto verso il mare per arrivare al centro di Porto Sant’Elpidio sulla “Costa della Corva”, storica salita dove spesso sono transitati i professionisti in alcune edizioni della Tirreno-Adriatico. Al culmine di questa ascesa, lunga 1 chilometro con una pendenza media del 10%, si trova il Santuario Madonna della Corva dove sarà posizionata la linea di arrivo ed allestito tutto il cuore pulsante e logistico della manifestazione in collaborazione con la parrocchia della Corva e l’Associazione Quartiere Corva.

Quest’anno la Granfondo del Fermano è intitolata alla memoria di Dante Montanini, il decano dei cicloamatori che ha militato nello storico gruppo sportivo Faleria, raccogliendo nella sua carriera amatoriale una quarantina di vittorie, senza mai trascurare la sua attività piccola azienda calzaturiera.

Un brutto male lo ha stroncato strappandolo via dalla vita terrena ed è stato colui che ha avviato al ciclismo Vincenzo Santoni (direttore tecnico dell’organizzazione per conto di Gio.Ca. Communications) portandolo a coltivare la passione per questo sport.

La Granfondo del Fermano è anche la preziosa occasione per programmare una vacanza coi fiocchi in pieno autunno: 25 euro per i pernotti in hotel tra il 10 e il 15 ottobre, 15 euro per i ristoranti convenzionati con l’organizzazione.

Nella grande famiglia degli sponsor che hanno legato il proprio nome alla Granfondo, fa il proprio ingresso la Banca Credito Cooperativo di Ripatransone e Fermano che crede molto nell’efficacia del progetto degli organizzatori sul piano sportivo e promozionale per fare del territorio elpidiense e di quello fermano un’isola felice della bicicletta per tutte le età.

Credit fotografico Patrizia Canzonetta (Info PSE)

Le iscrizioni, alla quota di 25 euro, sono attive su Kronoservice al link http://www.kronoservice.com/it/schedagara.php?idgara=2099 ed anche sul sito sotto la voce iscriversi