Lipobreak Race Internazionale Porto Sant’Elpidio: Cicli Copparo presente con Cecchini, Pozzetto e Cini

Luca Alò - 13/04/2019

Cicli Copparo presente alla Lipobreak Race con Cecchini, Pozzetto e Cini

Arrivano adesioni di prima qualità alla Lipobreak Race Internazionale Porto Sant’Elpidio del prossimo 22 aprile con la Cicli Copparo del team manager Raffaele Consolani che si presenterà ai nastri di partenza con Stefano Cecchini, Federico Pozzetto e Fabio Cini, tutti e tre pronti e ben determinati a fare del proprio meglio.

“Io e i miei compagni di squadra non ci poniamo limiti – ha dichiarato il lucchese Stefano Cecchini -. Verremo a Porto Sant’Elpidio per fare un buon risultato e per regalare un’altra gioia al nostro staff della Cicli Copparo con l’obiettivo di aiutare Federico Pozzetto che attualmente è il più vincente da inizio stagione. Questa gara può essere una buona base di preparazione per la Sportful e la Maratona delle Dolomiti alle quali tengo molto viste le mie caratteristiche di scalatore puro”.

“Dall’inizio stagione sono partito più forte rispetto al 2018 con una migliore condizione nelle gambe – ha commentato Pozzetto, toscano di Castelfiorentino e concittadino di Alberto Bettiol recente vincitore al Giro delle Fiandre -. Ho vinto ben quattro granfondo e punto alla quinta affermazione. Quella di Porto Sant’Elpidio è una granfondo della quale mi hanno parlato molto bene Igor Zanetti e Cristian Barchi quando furono protagonisti nel 2017. Sono venuto a conoscenza del percorso e si addice perfettamente alle mie caratteristiche. Voglio vincere anche per la squadra che ci tiene molto a questo appuntamento visto che corriamo nelle Marche dove ha sede la Cicli Copparo”.

Fabio Cini, toscano di Colle Val d’Elsa (Siena), ha ottenuto alla Granfondo Michele Scarponi la terza vittoria stagionale dopo una prima parte di stagione che lo ha visto tra i protagonisti assoluti. “Le prime granfondo della stagione sono molto veloci e anche se il percorso di Porto Sant’Elpidio è più agevole e favorisce un arrivo di un gruppo ristretto, l’impegno non mancherà sicuramente e sarà anche un test per i mesi di maggio, giugno e luglio dove le granfondo sono più alla portata di uno scalatore”.