Tre Santuari in una Granfondo: Madonna delle Grazie, Ambro e Corva nel segno della bicicletta

Luca Alò - 17/09/2019

A Monte Giberto “battesimo” della Granfondo dei Tre Santuari del Fermano

La Granfondo dei Tre Santuari del Fermano costituisce il filo conduttore ideale per unire i luoghi di culto più importanti della provincia Fermana nel segno dello sport, della spiritualità e dell’aggregazione sociale con la presentazione che ha avuto luogo a Monte Giberto presso la casa di riposo Opera Pia Arpili moderata dal giornalista sportivo Rai Giorgio Martino.

Domenica 22 settembre si alzerà il sipario sulla corsa ciclistica di 114 chilometri che unirà i Santuari della Madonna delle Grazie (Monte Giberto), dell’Ambro (Montefortino) e della Corva (Porto Sant’Elpidio).

Il merito va ascritto al comitato di promozione del ciclismo e delle piste ciclabili Marche Ciclando di nuovissima istituzione, a sottolineare il forte legame che c’è fra gli enti del territorio e gli eventi creando occasioni di promozione e di sviluppo della cultura ciclabile.

Il battesimo di questa edizione a Monte Giberto con il primo cittadino Giovanni Palmucci che ha dichiarato: “Ringrazio gli organizzatori di Marche Ciclando che hanno colto l’opportunità di portare nella nostra Monte Giberto una manifestazione ricca di fascino e di richiamo per la nostra comunità e per tutto il territorio del Fermano atteso ad una ribalta molto importante”.

“Come comune di Porto Sant’Elpidio, siamo sempre ben lieti di sostenere questa manifestazione che rappresenta un momento di identità e di socialità per le comunità ancora martoriate dal terremoto di tre anni fa. La Granfondo dei Tre Santuari acquisisce sempre un’importanza crescente nel panorama ciclistico della nostra Regione Marche ma anche in ambito extra-regionale perché mette in risalto le nostre eccellenze del territorio in simbiosi con lo sport” ha dichiarato Nazzareno Franchellucci, sindaco di Porto Sant’Elpidio dove la corsa arriverà in cima allo strappo della Corva.

“La Granfondo è l’evento che riesce a veicolare meglio il binomio tra turismo religioso e sport – ha commentato Padre Gianfranco Priori, rettore del Santuario della Madonna dell’Ambro - in un territorio ricco di storia, natura, cultura, arte e fede ma anche un momento di condivisione nel segno dell’amicizia e della sana competizione. La Madonna dell’Ambro attende il passaggio della Granfondo per una bella domenica di festa e con la consueta benedizione di tutta la carovana e dei partecipanti”.

“La sinergia tra sport e turismo – spiega Giuseppe Ripà, neo presidente di Marche Ciclando - ancora una volta si conferma uno degli aspetti chiave nell’organizzazione di questo evento ciclistico come strumento di valorizzazione dell’intero territorio grazie alla Granfondo dei Tre Santuari e agli altri eventi che fanno capo al nuovo comitato di promozione Marche Ciclando”.

Di rilievo la presenza del giornalista e scrittore Adolfo Leoni in qualità di presidente dell’Associazione Antichi Sentieri Nuovi Cammini: “Le manifestazioni ciclistiche devono fare da traino per coinvolgere ed avvicinare il maggior numero di persone alla bicicletta e possono prendere spunto da quello cha abbiamo realizzato di recente con il progetto pilota Ippovia del Tenna dove aprire anche percorsi permanenti per i ciclisti e gli escursionisti”.

È intervenuto anche il dottor Giuseppe Ciarrocchi, componente del comitato Marche Ciclando, che ha presentato la nuova linea prodotti energetici per l’integrazione e il recupero fisico All Champions.

A prendere la parola anche Milena Sebastiani (presidente del consiglio comunale di Porto Sant’Elpidio), Mauro Pieroni (titolare dei marchi Dima e Hair Service nonché consigliere Marche Ciclando), Dino Borri (presidente della casa di riposo Opera Pia Arpili), Gabriele Vesprini (sponsor Linea Oro e consigliere di Marche Ciclando), Lino Secchi (presidente del comitato regionale FCI Marche) e Pasquale De Angelis (responsabile sviluppo piste ciclabili Marche Ciclando) tutti entusiasti nel mettere in evidenza una manifestazione ciclistica dalle grandi potenzialità dove il territorio fermano vivrà ancora una volta un’esperienza piacevole di sport.

Tra i presenti anche Filippo Verdini (in rappresentanza della Protezione Civile di Porto Sant’Elpidio), Adriana Capponi (vice presidente Marche Ciclando), Egidio Vallati (ex dilettante di Monte Giberto vincitore di 300 corse in carriera), Emanuele Senzacqua (presidente della commissione giudici di gara FCI Marche), Celso Bugiardini (consigliere del comitato Marche Ciclando), Maria Ercolani (consigliere comunale di Montegranaro), Antonio Angellotti (direttore del Servizio Veterinario Igiene degli alimenti di origine animale), Gaetano Gazzoli e Anastasia Lanciotti (in rappresentanza del Gruppo Ciclistico Capodarco).

Vincenzo Santoni, responsabile degli eventi per conto del comitato Marche Ciclando insieme ad Antonio Albunia, ha illustrato le linee guida della manifestazione (il via alle 9:00 da Monte Giberto davanti al Santuario Madonna delle Grazie e arrivo previsto tra le 12:00 e le 12:30 a Porto Sant’Elpidio davanti il Santuario Madonna Addolorata della Corva) che avrà un imponente apparato di sicurezza con 150 volontari della Protezione Civile e dell’Associazione Nazionale Carabinieri insieme alle scorte tecniche del Molise (Roberto Ciccotosto), Teramo (Fabio ed Antonello Vicoli) e del Lazio (Gruppo Vessella).